Suggerimenti per WordPress

Qualche settimana fa, ho ricodificato il mio tema e ho voluto tenere le stesse emoticon di prima, ma senza lo stesso vecchio plugin che non è stato aggiornato da anni, non sono riuscita. Dal momento che ho voluto utilizzare un codice aggiornato, ho pensato che un plugin così vecchio non andasse bene quindi ho cercato qualcosa di nuovo. Ma niente, non sono riuscita ad implementare i miei smilies se non cambiando il core di WordPress che è vivamente sconsigliato. Leggendo online ho scoperto che ora WordPress usa le emoji, usando script pieni di errori e rendendo il sito lento.

Ho provato a seguire i tutorial online ma niente ha funzionato…

Continue Reading

Tracce dal Passato

The Dead Will Tell Book Cover The Dead Will Tell
Kate Burkholder, Libro n°6
Linda Castillo
Amish, Crimine, Detective Donne, Giallo, Mystery
TimeCrime
2014
ebook
263
Inglese
Andrea Salamoni

Tutti a Painters Mill sanno che sulla fattoria degli Hochstetler aleggia un tragico mistero. Ma solo in pochi ricordano il terribile segreto tramandato dal sospiro del tempo, ora riemerso dalle viscere della terra per perseguitarli. Quando un anziano viene ritrovato impiccato alle travi del suo fienile, il detective Kate Burkholder è chiamata a intervenire sulla scena di quello che sembrerebbe un suicidio. Eppure gli indizi non portano in quella direzione... Di fronte a prove sfuggenti e contraddittorie, Kate è costretta a percorrere piste tortuose. Al suo fianco il collega di sempre, l’agente John Tomasetti, turbato dalla liberazione di uno degli uomini ritenuti responsabili della morte dei suoi familiari avvenuta quattro anni prima. Quando viene rinvenuto un secondo cadavere, anch’esso di un presunto suicida, Kate capisce che i due casi affondano le radici nel passato, in una terribile notte di trentacinque anni prima, quando un padre amish e i suoi quattro figli morirono e la loro giovane madre scomparve senza lasciare traccia. L’indagine dovrà sondare una comunità impenetrabile come i misteri che cela, e solo chi ne conosce i lati più oscuri potrà far luce sui tragici segreti che custodisce.

Cosa ne Penso

Ero così presa dal racconto che ho dimenticato la parte di Tomasetti in questa storia…

Questo è il sesto libro della serie su Kate Burckholder, una serie che amo particolarmente.

Il quattordicenne Billy Hochstetler si sveglia nel bel mezzo della notte e con suo fratello scende al piano di sotto per indagare. Trova i suoi genitori in balia di due uomini armati che chiedono denaro. Suo padre, Willis, viene colpito e ucciso. Billy e i suoi quattro fratelli sono rinchiusi nel seminterrato. Billy riesce a fuggire, ma i suoi fratelli non sono così fortunati e muoiono in un incendio. Sua madre, Wanetta viene rapita e mai più vista. Questo è successo 35 anni fa.

Continue Reading

Buon Nuovo Sito!

Come probabilmente avete notato, se siete visitatori abituali, il sito è cambiato. Anche se l’immagine di intestazione del sito è la stessa e così i colori di base, questo è un tema nuovo, codificato da zero. Prima di tutto volevo avere un doppio sito, sia in inglese che in italiano e dato che dovevo tradurre il tema in italiano ho deciso di codificarlo di nuovo (e avevo alcuni errori nel validatore che volevo eliminare, ma poi ho scoperto che sono errori di wordpress e di vari script per cui non posso fare nulla, o meglio cercherò di controllarli quando avrò finito con le traduzioni). Comunque, nuovo anno (Buon Anna tra l’altro!!) nuovo sito.

Oggi vi presento la versione italiana di questo sito, anche se sono tradotti pochissimi articoli. Principalmente volevo avere le mie recensioni dei libri in italiano ed è per questo che ho creato la versione italiana e perché sono italiana e penso di esprimermi meglio nella mia lingua (non sono sicura, però, di questo, a volte mi viene in mente la parola inglese ma non l’italiana…). Ogni articolo è collegato alla versione inglese e viceversa tramite la bandierina sulla destra. La versione inglese è più completa, con più articoli perché sto traducendo a ritroso piano piano.

Un altro aspetto positivo, penso, è che il sito ora è sicuro; avevo già un certificato ma per qualche motivo non era sicuro (e questo è il secondo motivo per cui ho cambiato il tema, anche se la codifica del tema era sicura comunque). Non tutti gli articoli sono “sicuri”, il che significa che ho ancora alcune immagini e link senza https, cosa che dà l’insicurezza, sto lentamente cambiando tutti gli articoli, ma anche se google dice il contrario, il sito è sicuro.

Oltre a questo, la mia amica Janet mi ha sfidato a fare la Popsugar Reading Challenge, quindi sto cercando titoli di libri adatti (non è facile! Dato che voglio fare la sfida con i libri gialli). Non avrò problemi con Noir Nordico dato che ci sono molti libri nordici tradotti in italiano (ho notato che molti buoni libri, non sono tradotti in inglese, un vero peccato) ma altri prompt mi hanno lasciata perplessa… Vedremo.

Bottino di Dicembre

Eh sì, a dicembre ho speso un pochetto… tra libri, attrezzi e regali vediamo un po’ il mio bottino natalizio!

Come prima cosa parliamo di libri. A dicembre ci sono state molte offerte sia prima che durante il Natale, perché cosa c’è di meglio che regalare un libro? Quindi i libri che ho preso sono tre (pensavo di più!).

Gli adepti di Ingar Johnsrud.

Sembra un semplice caso di scomparsa, quello su cui l’ispettore Fredrik Beier, della polizia di Oslo, comincia a indagare. Certo, rischia di fare clamore, perché a sparire nel nulla è stata la figlia di un’esponente di primo piano del partito di governo. E perché la ragazza viveva all’interno di una setta cristiana, la «Luce di Dio». Ma il quadro si complica subito: nella villa che ospita la setta si consuma un massacro e nei sotterranei viene scoperto un laboratorio chimico all’avanguardia, del quale non è chiaro l’uso. C’è chi chiama in causa il terrorismo fondamentalista, chi soffia sul fuoco. Ma Beier, affiancato da una giovane e brillante agente musulmana, Kafa Iqbal, capisce che dietro al laboratorio, e alla strage, c’è una verità assai più complessa e che arriva ad affondare le sue radici fino a Vienna, negli anni del nazismo. Acclamato dalla critica in patria e già venduto in venti Paesi, Gli adepti segna l’esordio di un nuovo maestro del crime scandinavo.

Quelle Belle Ragazze di Karin Slaughter.

Claire e Lydia sono sorelle che non si parlano da più di vent’anni. I loro rapporti si sono interrotti quando Claire ha deciso di sposare Paul, affermato architetto, e di diventare la sua sofisticata moglie trofeo. Lydia, invece, è una madre single, ha una storia con un ex detenuto, e fatica ad arrivare alla fine del mese. Nessuna delle due è riuscita a superare la tragedia che ha colpito la loro famiglia quando Julia, la sorella maggiore, è scomparsa senza lasciare tracce, e la notizia che un’altra ragazza, anche lei giovane e bellissima, è sparita nel nulla in circostanze molto simili, di colpo riporta nelle loro vite tutto l’orrore e lo strazio del passato. Come se non bastasse, pochi giorni dopo Paul viene ucciso. Che legame c’è tra la scomparsa di un’adolescente e l’omicidio di un uomo di mezza età a quasi venticinque anni di distanza? Accantonata la reciproca diffidenza, le due sorelle si alleano per dissotterrare i segreti che hanno distrutto le loro vite, finendo per scoprire una scioccante verità dove meno se l’aspettano.

Continue Reading

Befana

Per chi non vivesse in Italia e sta leggendo in italiano, qui in Italia, il 6 gennaio è ancora festa, è l’Epifania. Tutti (beh quasi tutti visto che i negozi sono aperti e le povere commesse devono lavorare), sono a casa gustandosi  l’ultimo pranzo in famiglia della stagione natalizia.

Quando ero piccola, pensavo che la Befana (una simpatica vecchina con la scopa, simile ad una strega ma senza poteri magici) fosse la moglie di Babbo Natale e questa idea è diffusa tra i bambini. Il concetto di Befana è lo stesso di Babbo Natale, da qui il malinteso di essere sua moglie. Porta piccoli doni e caramelle ai bambini ma qui dove vivo visto che esiste Santa Lucia, porta solo una calza piena di caramelle. E può anche portare carbone ai bambini cattivi proprio come Babbo Natale.

Continue Reading