Cartoline dall’Inferno

Cartoline dall'Inferno
Birthdays for the Dead


, Libro n° 1
Newton Compton Editori
January 1, 2012
ebook
438
Inglese
Alice Gasparini
30 Luglio, 2017 5 Agosto, 2017

Dodici anni. Dodici ragazze morte. E per qualcun altro il tredici porterà sfortuna.

Il detective Constable Ash Henderson nasconde a tutti un terribile segreto.
Cinque anni fa sua figlia Rebecca è scomparsa, alla vigilia del tredicesimo compleanno. Un anno dopo Ash ha ricevuto la prima di una serie di cartoline: confezionata come un macabro regalo, su uno dei due lati mostrava una polaroid con Rebecca legata a una sedia, imbavagliata e terrorizzata. Ogni anno ne arriva una nuova, e l’ultima è sempre più terrificante della precedente. I giornali lo chiamano “il killer dei compleanni”. Sono passati oltre due lustri da quando ha cominciato a rapire delle ragazze nel periodo che precede il loro tredicesimo compleanno, per poi spedire ai familiari cartoline che immortalano le loro figlie torturate fino alla morte. Ma Ash non ha mai raccontato a nessuno di averle ricevute: tutti pensano che Rebecca sia scappata di casa. Se qualcuno scoprisse che anche sua figlia è vittima di quel serial killer, di sicuro sarebbe estromesso dalle indagini. E Ash ha sacrificato troppo tempo della sua vita per arrendersi prima che l’assassino abbia quel che si merita…

Cosa ne Penso

Questa è una nuova serie per me, ma non un nuovo autore. Ho letto l’altra serie di MacBride (Logan MaRea) che intendo continuare a leggere, ma non questa.

Trovo Ash disgustoso, un criminale e un magnete di sfortuna

Ho amato la trama, è abbastanza agghiacciante e inventiva ma il libro è rovinato dal personaggio principale. Parla e parla e parla della sua vita, della sua famiglia e delle sue avventure criminali con gli strozzini e l’ex della sua ex moglie. Il mio interesse è iniziato solo quando sua figlia è stata rapita anche se, davvero? Due figlie, due rapimenti? Come ho detto, magnete di sfortuna…

E il finale? Non il vero finale con il padre di una delle ragazze assassinate, ma con il cliffhanger sul fratello di Ash? Dovrebbe farmi venir voglia di tornare per leggere il secondo volume? No grazie.

Ho scorto le pagine quando era a Bath (mai successo che saltassi pagine di un libro), in realtà non mi importava se lo spacciatore lo picchiava a morte… e sembra non aver mai ragione, quanti uomini ha picchiato prima di trovare l’assassino? So che i poliziotti sono imperfetti e a volte sbagliano, ma questo sembra un po’ troppo imperfetto.

Share On:
Post on TwitterPost on FacebookPost on WhatsappPost on LinkedinPost on DigPost on StumbleUpon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *