La donna silenziosa

La donna silenziosa
The Bones of You
, ,

Newton Compton Editori
24 agosto, 2017
ebook
312
Inglese
Beatrice Messineo
22 Giugno, 2018 27 Giugno, 2018

Quando Rosie Anderson, una ragazza di appena diciotto anni, scompare, la cittadina idilliaca dove viveva non è più la stessa. Kate, la giardiniera del posto, è scossa e tormentata dal senso di colpa. Conosceva bene Rosie e, negli ultimi tempi, forse era arrivata a conoscerla anche meglio della madre. Rosie era bella, buona e gentile. Veniva da una famiglia amorevole e aveva tutta la vita davanti a sé. Chi avrebbe mai voluto farle del male? E perché? Kate è convinta che la polizia non stia valutando tutti gli indizi. Di sicuro qualcuno in paese sa più di quel che dice. Via via che le ricerche del colpevole vanno avanti, Kate è sempre più ossessionata dalla soluzione del mistero…


Cosa ne penso

Rosie, una ragazza di 18 anni, scompare in un paesino della campagna inglese, si pensa che si possa trovare viva, ma le speranze presto muoiono con lei quando il suo corpo è scoperto nei boschi vicino al paese.

Il libro è diviso in capitoli (ovviamente) e non c’è un’unica prospettiva, ma diversi punti di vista che insieme cercano di risolvere l’omicidio di questa ragazza. Uno dei punti di vista è proprio di Rosie che narra con dei flashback la sua vita.

Un altro punto di vista è quello di Kate, una giardiniera del posto. la cui figlia è amica di Rosie e che a sua volta diventa amica della ragazza attraverso il loro amore per i cavalli. Kate narra al presente e dalla sua narrazione capiamo cosa è successo.

Il libro mi è piaciuto, a parte il fatto di aver capito chi fosse l’assassino a metà libro. Quando Rosie dice “Mi giro e vedo una persona di cui mi fidavo” ho capito tutto. Non poteva essere chi sospettato perché di certo non si fidava di quella persona.

Il racconto però è ben strutturato, molto probabile che un lettore comune non capisca subito come si son svolti i fatti quindi lo consiglio. I capitoli sono brevi, è scorrevole come lettura, si legge in poche ore e ti invoglia a continuare a leggere per capire (per quanto mi riguarda per capire se avevo ragione o no).

Mi piace Rosie, come racconta la sua vita e come la narrazione è incatenata al suo racconto. Non ci si annoia di sicuro.

Share On:
Post on TwitterPost on FacebookPost on WhatsappPost on Google+Post on LinkedinPost on DigPost on StumbleUpon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *