Non Parlare

Non Parlare
Little Girl Lost
, ,

, Libro n° 1
Newton Compton Editori
1° maggio 2011
ebook
276
Inglese
Francesca Noto
7 Agosto, 2018 11 Agosto, 2018

Derry, Irlanda del Nord. Una notte una bambina viene ritrovata mentre vaga nel fitto bosco innevato. Nonostante il gelo, indossa solo un pigiama con su scritto un nome, Alice, e ha del sangue addosso, ma non è il suo. Difficile capire chi sia e da dove provenga, perché "Alice" non sa o non vuole parlare. L'unica persona di cui sembra fidarsi è la giovane detective che l'ha salvata, Lucy Black. Mentre cerca di identificare la bambina, a poco a poco la detective Black inizia a sospettare che ciò che è accaduto alla piccola Alice abbia a che fare con un altro caso che sta tenendo con il fiato sospeso l'intera città: il rapimento di Kate McLaughlin, la figlia di un noto imprenditore locale. E quando, all'improvviso e senza apparente spiegazione, la detective viene estromessa dalla squadra che indaga sul caso di Kate, i suoi sospetti si fanno sempre più forti. La verità è nascosta in fondo agli occhi pieni di terrore di Alice, e la chiave di tutto potrebbero essere alcuni tragici eventi della recente storia dell'Irlanda, gli stessi che hanno segnato l'infanzia di Lucy...

goodreads-image-of-book
Cosa ne penso

Non Parlare è il primo libro della serie riguardante la detective Lucy Black, ambientata nel Nord d’Irlanda. Lucy viene chiamata riguardo a una bambina che sta vagando nella foresta vicino a casa sua, in pigiama e scalza; pensando che la ragazzina sia Kate McLaughlin, un’adolescente scomparsa qualche giorno prima, si precipita sul luogo. Ma appena trova la ragazzina capisce subito che non è Kate, vista l’età della piccola. Ma chi è questa bambina? Perché vaga per il bosco innevato a quell’ora della notte sporca di sangue? E cosa c’entra lei con Kate?

Il caso mi è piaciuto, non è così “agghiacciante” come ho letto nei commenti su Goodreads, ma non è male. Mi piace Lucy, un po’ meno sua madre che è  il vice comandante della polizia, ma Lucy non vuole che si sappia di questa parentela. Il fatto che non voglia che si sappia mi piace, è un po’ cliché ma non importa. Lucy deve anche combattere con la demenza senile di suo padre che spesso la chiama Janet e anche questa Janet sarà fondamentale per il caso.

Mi piace lo stile dell’autore, i capitoli sono brevi ed è scorrevole. Ho già comprato i prossimi due libri quindi sicuramente li leggerò. Il racconto è ben articolato, i vari collegamenti ben fatti e anche il colpo di scena finale ben pensato. Non ci avevo pensato.

Share On:
Post on TwitterPost on FacebookPost on WhatsappPost on LinkedinPost on DigPost on StumbleUpon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *