Un cadavere di troppo

One Corpse Too Many
,

, Libro n° 2
TEA
1979
Copertina flessibile
230
Inglese
Elsa Pelitti
8 Novembre, 2021 13 Novembre, 2021
, , ,

In un caldo pomeriggio dell'estate del 1138, nella serena atmosfera di un monastero inglese, un monaco sta accudendo alle sue piante medicinali. È fratello Cadfael, un tempo marinaio, poi crociato, ora padre erborista dell'abbazia benedettina di Shrewsbury. Mite, paziente, devoto; un sant'uomo, con una... particolarità: è il più grande detective che le cronache medievali ricordino. Questa volta il delitto si è spinto sino alle porte della sua abbazia: qualcuno sta cercando di nascondere un efferato omicidio in mezzo agli orrori della guerra civile tra il re Stefano e la regina Maud, qualcuno che non ha fatto i conti con fratello Cadfael.

goodreads-image-of-book
Di cosa parla

La guerra tra la regina Maud e il re Stefano è arrivata alle porte dell’abazia in cui Cadfael è padre erborista. Re Stefano fa uccidere tutti i suoi nemici dopo la conquista della città, ma Padre Cadfael è l’unico ad accorgersi che tra i morti giustiziati ce n’è uno in più.

Inoltre all’abazia è arrivato un nuovo novizio che ha qualcosa di strano e anche lui darà del filo da torcere a Cadfael.

Cosa ne penso

Il libro non mi ha entusiasmato più di tanto. L’ho trovato lento e di mistero aveva poco, solo quando alla fine Cadfeal si è ricordato che doveva risolvere un omicidio il “mistero” è riapparso.

Lo stile è prolisso, tante descrizioni e purtroppo era più una storia d’amore che un vero e proprio giallo. Lo so che non dovrei fare questa domanda e Cadfeal ha ragione a non schierarsi tra i due, ma chi vince alla fine Stefano o Maud? e i due fuggitivi sono riusciti ad arrivare al loro scopo? Lo so, non dovrebbero essere queste le domande, ma sono quelle che mi pongo… e ho praticamente saltato l’ultimo capitolo perché che Dio “provvede” a far morire il colpevole in un duello, proprio non l’accetto anche se so che era la credenza nel passato (e so anche quando è ambientato questo libro, ma l’autrice è del 1900 quindi poteva benissimo lasciar perdere questa farsa, anche se so che ha studiato molto la storia quindi molto probabilmente voleva essere fedele). Comunque sia questa concezione è talmente stupida!

Lo consiglio? Oddio… solo se il terzo volume è migliore (e quindi ve lo dirò quando lo leggerò) e se non avete intenzione di andare avanti con la serie, non provateci nemmeno a leggere questo libro. Io ho già l’ottavo quindi devo leggere almeno fino a quello (ma se il terzo non è migliore, leggerò solo l’ottavo e finisce lì).

Share On:
Post on TwitterPost on FacebookPost on WhatsappPost on LinkedinPost on DigPost on StumbleUpon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *